STRATEGIA REGIONALE
PER LO SVILUPPO
SOSTENIBILE

Acqua pulita
Acqua pulita
e servizi igenico sanitari
6
Partnership per gli obiettivi
Partnership
per gli obiettivi
17
Ridurre le disuguaglianze
Ridurre
le disuguaglianze
10
La vita sott'acqua
La vita
sott'acqua
14

STRATEGIA
REGIONALE
PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE

Lavoro dignitoso e crescita economica
Lavoro dignitoso
e crescita economica
8
Povertà zero
Povertà
zero
1
Pace, giustizia e istituzioni forti
Pace, giustizia
e istituzioni forti
16
Città e comunità sostenibili
Città e
comunità sostenibili
11
Consumo e produzione responsabili
Consumo
e produzione responsabili
12
Istruzione di qualità
Istruzione
di qualità
4
Fame zero
Fame
zero
2
Salute e benessere
Salute
e benessere
3
Uguaglianza di genere
Uguaglianza
di genere
5
Industria, innovazione e infrastrutture
Industria, innovazione e infrastrutture
9
Fame zero
Energia pulita e
accessibile
7
La vita sulla Terra
La vita
sulla Terra
15
Agire per il clima
Agire
per il clima
13

LE ULTIME

NEWS

Elementi totali 3.
Sostenibilità logo

22 feb 2021

Prosegue il processo di revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile: la Conferenza Preparatoria, organizzata nell’ambito del Progetto CReIAMO PA, è il primo degli appuntamenti che accompagneranno, nel corso del 2021, il processo di revisione triennale della SNSvS, Strategia approvata nel 2017 su proposta del MATTM per dare attuazione all’Agenda 2030 e ai suoi 17 obiettivi di Sviluppo sostenibile.

I giorni 3 e 4 marzo 2021 si potranno seguire, in diretta streaming, le 3 sessioni tematiche (descritte nelle allegate Note alle sessioni della Conferenza preparatoria) volte a favorire un momento di dialogo e confronto sul tema della sostenibilità tra istituzioni - nazionali, regionali e locali - e tra istituzioni e società civile, con particolare riferimento al Forum Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile

La Sessione di apertura "Sostenibilità è futuro" sarà dedicata al processo di revisione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSvS), inteso come un’opportunità per inquadrare le sfide nazionali, anche nella loro rilettura determinata dal contesto di gestione del post-pandemia e in riferimento alla definizione di un rafforzato quadro di valutazione delle
politiche e degli investimenti pubblici ispirato alla sostenibilità.
La sessione sarà condotta attraverso l’interazione tra attori statali e non statali.

La seconda Sessione "Sostenibilità è giovani" è dedicata ai temi del coinvolgimento dei giovani nei processi decisionali e dell’interrelazione tra giovani, imprese e sostenibilità.
Il dialogo e il coinvolgimento strutturato dei giovani nei processi decisionali è infatti un tema di rilevante importanza per il Ministero dell’Ambiente.

La terza Sessione "Sostenibilità è coesione teritoriale" è dedicata ai temi della “territorializzazione” degli obiettivi di sviluppo sostenibile con il coinvolgimento di Regioni, Province Autonome e Città Metropolitane impegnate nei processi di definizione delle Strategie Regionali di sostenibilità in un cammino di adesione e coerenza con la Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile (SNSvS).

Sul sito del MATTM la comunicazione è poubblicata al seguente link: https://www.minambiente.it/notizie/verso-la-conferenza-nazionale-lo-sviluppo-sostenibile-insieme-il-futuro-un-rilancio

Tutti gli aggiornamenti, compreso il Programma - una volta che sarà reso pubblico, e il link alla diretta streaming verranno inseriti sulla pagina del Ministero dedicata alla Conferenza che può trovare a questo link https://www.minambiente.it/pagina/verso-la-conferenza-nazionale-lo-sviluppo-sostenibile

Sostenibilità logo

26 gen 2021

UE 2021-2027

Regione Lombardia, con il Decreto n. 295 del 18 gennaio 2021, in coerenza con la DGR 4151 del 30 dicembre 2020, ha promosso la presente manifestazione di interesse allo scopo di selezionare i comuni, e le relative strategie di sviluppo urbano sostenibile, nei quali i Programmi Operativi Regionali FESR ed FSE+, nel periodo di programmazione europea 2021-2027, concentreranno risorse per affrontare il tema della disuguaglianza in ambiti urbani, sostenendo l’attuazione di specifiche strategie di sviluppo urbano sostenibile.

Possono rispondere alla presente iniziativa, Comuni capoluogo di provincia o con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

L’obiettivo strategico del percorso, che si avvia con la manifestazione di interesse, è la selezione, implementazione e la successiva attuazione di strategie di rigenerazione sostenibile di alcune aree urbane che, facendo leva sulla dimensione dell’abitare, della scuola e della qualità dei servizi sociosanitari, puntino ad aumentare l’inclusione sociale delle popolazioni più fragili (per età, genere e vulnerabilità materiale ed immateriale), riducendo le disuguaglianze materiali ed immateriali e ponendo al centro le comunità locali.

L’obiettivo generale perseguito dalla Regione Lombardia nell’attuazione delle politiche di sviluppo urbano nel ciclo di programmazione 2021-2027 è la rigenerazione sostenibile di contesti urbani caratterizzati da condizioni di fragilità, facendo leva sulla dimensione dell’abitare, della scuola e della qualità dei servizi sociosanitari, puntando all’inclusione sociale delle popolazioni più fragili (per età, genere e vulnerabilità materiale ed immateriale), riducendo le disuguaglianze e ponendo al centro le comunità locali. L’intervento deve essere materiale, sullo spazio pubblico, sul costruito, sulla dotazione di servizi, ed immateriale, attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, con la promozione dell’economia urbana, attraverso il rafforzamento delle competenze, ecc.

Questa attività concorre al conseguimento dell'Obiettivo 11 dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili.

Il testo completo del Bando ove si specificano le modalità di partecipazione si trova a questo link https://www.ue.regione.lombardia.it/wps/portal/PROUE/UE/Bandi/DettaglioBando/agevolazioni/manifestazione-interesse-strategie-sviluppo-urbano

 

 

Sostenibilità logo

25 gen 2021

Condividere informazioni, dati e buone pratiche è uno dei principali fattori di successo di un progetto Interreg di ampio respiro come PLASTECO, che coinvolge regioni ed enti locali di 8 Paesi: Austria, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Lettonia, Romania, oltre all’Italia. Ecco perché una delle attività più rilevanti dell’iniziativa è la pubblicazione di report che consentono di conoscere e replicare le migliori policy presentate dai partner del progetto. L’ultima pubblicazione della serie è un’analisi comparativa delle policy che promuovono la raccolta differenziata, la selezione e il riciclaggio dei rifiuti in plastica nei territori degli enti partner.  

Ben 35 le policy considerate, di cui sei dall’Italia, rappresentata dal partner Regione Lombardia. E nella Top Ten delle politiche messe in evidenza dal rapporto sono afferenti alla Lombardia tre progetti, quasi un terzo del totale.  

 Il primo è Plastica Consapevole, un’iniziativa che ha consentito di ridurre drasticamente il ricorso alle bottiglie d’acqua in plastica a Palazzo Lombardia, sede istituzionale della Regione, grazie all’installazione in 30 aree break di distributori di acqua purificata in aggiunta ai 3 già esistenti. Per rafforzare ulteriormente la sensibilizzazione, in parallelo è stata condotta una campagna di comunicazione all’insegna dell’hashtag #plasticaconsapevole ed è stata allestita in diversi spazi comuni dell’edificio una mostra della fotografa britannica Mandy Barker, nota per le sue immagini che documentano in modo artistico il percorso dei rifiuti in plastica. 

 Il secondo progetto italiano messo in evidenza si chiama RiVending, una campagna di raccolta dei bicchierini da caffè e palette in polistirolo erogati dai distributori automatici nei punti di ristoro. L’iniziativa che è stata patrocinata anche da Regione Lombardia, attraverso una raccolta dedicata, ha permesso di semplificare il processo di selezione avviando un materiale omogeneo alla produzione di materia prima seconda. Un approfondimento è stato infine dedicato alla valorizzazione da parte di Regione Lombardia della “ecotassa” applicata, come leva di sostenibilità, ai rifiuti avviati a smaltimento in discarica o ad incenerimento senza recupero energetico, con un meccanismo premiale per gli impianti che raggiungono performance di recupero ottimali. 

Di rilievo, tra le policy selezionate negli altri Paesi, l’ampliamento della raccolta differenziata per le frazioni in plastica nella regione della Stiria (Austria), il progetto francese Orplast per incentivare i produttori a utilizzare materiali rigenerati e, sempre in Francia, la creazione di un Osservatorio sullo smaltimento dei rifiuti nella regione Auvergne-Rhône-Alpes. Il report completo è disponibile qui 

PROTOCOLLO SVILUPPO SOSTENIBILE

AZIONI

112