La strategia

 
Presentiamo qui allegato la Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile della Lombardia, elaborata con il supporto del centro di ricerca PoliS-Lombardia e approvata dalla Giunta regionale il 29 giugno 2021. La Strategia coniuga gli obiettivi di Agenda 2030 e della Strategia Nazionale secondo le caratteristiche, le esigenze e le opportunità del territorio lombardo. In considerazione anche degli obiettivi posti dalle politiche europee, nazionali e regionali e dal posizionamento attuale della regione, essa individua gli obiettivi strategici che la Lombardia si impegna a perseguire applicando il principio di sviluppo sostenibile: soddisfare i bisogni delle generazioni presenti, senza compromette la possibilità di fare altrettanto per le generazioni future.
 
Nello spirito di Agenda 2030, la Strategia lombarda non si rivolge solamente all’istituzione di governo, ma a tutti i soggetti pubblici e privati, fino ai singoli cittadini, e punta a indicare la strada per un’azione ampia e partecipata, di efficacia capillare sul territorio e diversificata nei settori della società e del sistema economico-produttivo. Non si tratta di un documento limitato alla protezione dell’ambiente, ma di respiro sistemico, imperniato sulle tre dimensioni fondamentali della sostenibilità: economica, sociale e ambientale.
 
La sezione principale della Strategia – intitolata “Gli Obiettivi Strategici” – si articola infatti in cinque macro-aree che coprono l’intero spettro dell’azione per la sostenibilità:
  1. Salute, uguaglianza, inclusione
  2. Educazione, formazione, lavoro
  3. Infrastrutture, innovazione, città
  4. Mitigazione dei cambiamenti climatici, energia, produzione e consumo
  5. Sistema eco-paesistico, adattamento ai cambiamenti climatici, agricoltura
 
L’introduzione della Strategia spiega nel dettaglio il razionale di questa suddivisione e la corrispondenza tra macro-aree, goal di Agenda 2030 e aree della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. 

Le macro-aree contengono i 97 Obiettivi Strategici individuati – raggruppati, per maggiore chiarezza, in aree di intervento – che forniscono le indicazioni specifiche sulle azioni da intraprendere. Ciascuna macro-area si apre con un paragrafo che traccia la vision per il futuro della Lombardia nel rispettivo ambito, seguito da tabelle di riepilogo sugli obiettivi corrispondenti di Agenda 2030 e della SNSvS e sui target quantitativi di Regione Lombardia. Sono presenti, inoltre, riferimenti ai principali strumenti di programmazione regionale che afferiscono ai vari obiettivi, e tabelle sul posizionamento della Lombardia rispetto a indicatori di contesto specifici. 

L’ultima sezione tratta gli aspetti di “funzionamento” della Strategia: ne descrive la governance; le prospettive sul sistema di monitoraggio e sugli strumenti e iniziative per favorirne l’attuazione; le modalità di coinvolgimento degli stakeholder, dei soggetti istituzionali e dei territori e i percorsi per la valutazione delle politiche di Regione.